STORIA

"C.P.M. di Castaldini Stefano" azienda meccanica in evoluzione



Azienda metalmeccanica artigiana che svolge l’attività di costruzione particolari meccanici per conto terzi con sede in Portomaggiore (FE) – zona artigianale Vigili del Fuoco – fondata nell’ottobre del 1996 dal giovane titolare Stefano Castaldini grazie all’esperienza accumulata in dieci anni di lavoro in qualità di operatore meccanico per macchine utensili, alle dipendenze di una ditta artigiana del paese.

Inizialmente Castaldini operava in un piccolo magazzino di periferia avvalendosi subito dell’ausilio di un operaio specializzato, poi le crescenti richieste dei clienti, soddisfatti dalla qualità del lavoro unitamente alla puntualità delle consegne, l’hanno portato, dopo pochi mesi, all’incremento del personale; ed è così che nell’arco di un anno disponeva della collaborazione di ben quattro dipendenti, mentre a tutt’oggi, oltre al titolare e ad un collaboratore famigliare, la forza lavoro della “C.P.M.” è rappresentata da 27 unità, tutti impegnati nel soddisfare al meglio le esigenze dei clienti.

Nel corso di questi pochi anni anche gli investimenti nelle attrezzature sono di conseguenza aumentati, fino a raggiungere attualmente un parco macchine presente in azienda piuttosto complesso, comprendete sia macchine utensili tradizionali che centri di lavoro CNC oltre ai reparti taglio, aggiustaggio/raddrizzatura, saldatura, foratura e controllo qualità.

Così, concentrando gli sforzi nell’ottimizzare le richieste della clientela, sempre più numerosa ed in continua evoluzione, è nato il progetto della costruzione di un’ampia struttura dove l’intraprendente Castaldini ha trasferito la “C.P.M.” nel novembre 2002. Questo gli ha permesso di offrire una gamma di servizi sempre più differenziata, fra cui la realizzazione, il trattamento ed il montaggio di gruppi riguardanti le macchine automatiche grazie anche alla collaborazione con alcuni colleghi. Inoltre la “C.P.M.” è fornitore certificato della “MARPOSS SPA” di Bentivoglio (BO), azienda leader nel settore automobilistico per la produzione di macchine di controllo per la misura di pezzi meccanici.

Dopo un’attenta analisi della sua realtà aziendale, il giovane imprenditore ha puntato anche sull’ampliamento del settore amministrativo per meglio gestire ed organizzare la sua attività e soprattutto per gestire al meglio i rapporti quotidiani con i clienti.

Nel 2004 alla “C.P.M.” è stato conferito il premio di “Impresa Eccellente di Ferrara 3° Edizione” per l’utilizzo di pratiche manageriali innovative volte al costante miglioramento dei processi e dei prodotti aziendali. Tale conferimento è stato il riconoscimento agli sforzi di anni volti a creare un’azienda che non sia dedita solo ai profitti ed ai vantaggi personali, ma che sia proiettata verso un’ottica ben più ampia: soddisfazione del cliente, giusto rapporto qualità/prezzo, collaborazione con i dipendenti, sicurezza dell’ambiente in cui si lavora e delle attrezzature utilizzate, limitato impatto ambientale negativo, confronto e collaborazione diretta e costante con altre realtà.

Infatti malgrado la crisi generale che ha colpito il settore metalmeccanico, con la conseguente selezione delle aziende “più forti” a cui il mercato purtroppo oggi ci costringe, Castaldini ha sempre cercato di definire con molta attenzione i suoi obiettivi per valutare realisticamente le condizioni e le capacità per poterli raggiungere, poi gestire ed infine ampliare ed il premio Impresa Eccellente è l’evidente testimonianza di questa volontà di miglioramento nonché di vitalità che continueranno ad accompagnare “la squadra C.P.M.” nell’impostare il percorso idoneo al suo sviluppo futuro.

La crescita di un'azienda è sintomo di cambiamenti e di innovazione, non solo in attrezzature all'avanguardia, ma anche nell’immagine, perchè l'immagine che noi trasmettiamo è quello che siamo. Come tale la "C.P.M." ha rinnovato l'immagine esterna dell'officina, creando su proprio progetto, un ingresso un po' fuori dagli schemi di officina meccanica, ma con un impatto definito dalla CPM stessa, "bello e unico”!